La bussola finanziaria

Tassazione sulle rendite finanziarie

Dal 1 luglio il governo Renzi ha deciso di alzare la tassa sulle rendite finanziarie. Con l’aiuto di un esperto fiscalistasi è  constatato di trovarsi dinanzi a una norma particolarmente complessa la quale non può essere tradotta in semplicistiche nonché generiche conclusioni.

Alcuni tra i numerosi fattori che devono essere tenuti in considerazione per prendere una decisione economicamente corretta sono:

– minusvalenze pregresse

– entità delle plusvalenze in portafoglio

– entità delle minusvalenze in portafoglio

– certezza della plusvalenza latente in portafoglio

– analisi di scenario su cosa si pensa possa succedere

– costi di transazione dei singoli titoli

– costo del capitale disinvestito per pagare le tasse anticipate

– entità delle eventuali minusvalenze post-affrancamento rispetto al portafoglio

È subito chiaro come le variabili da tenere in considerazione siano molteplici e come qualunque piccolo medio-risparmiatore non possa riuscire nell’intento di fare una valutazione approfondita e sicura sui fattori summenzionati. Le uniche regole “semplici” per generalizzare la soluzione del problema sono:
– conviene usare l’opzione di affrancamento solo se i costi di transazione nella compravendita dei titoli in plusvalenza superano il 6% delle minusvalenze latenti

– conviene smobilizzare posizioni su Btp o titoli obbligazionari “white list” in profitto solo se le minusvalenze pregresse moltiplicate per il 3,25% (26%*12.5%) superano i costi di transazione

– se ci sono grosse minusvalenze accantonate nel 2010 conviene usarle vendendo singole posizioni in profitto

Con tutta probabilità la gran parte delle persone non sarà nelle condizioni di prendere questa decisione in autonomia lasciandosi scappare, di conseguenza, la possibilità di avere un risparmio fiscale e vedendosi, de-facto, applicata una tassa retroattiva sui loro risparmi.

La norma, volente o nolente, non aiuta il risparmiatore che si vede penalizzato dalla complessità di gestione di questo cambio di aliquota e finché non si adotterà un approccio di semplificazione e trasparenza (sia da parte dai player della industry che del regolatore) ci troveremo di fronte ad un autogol andando a penalizzare i nostri risparmi. Per meglio dire sarà penalizzato il capitale collettivo, valore costruito negli anni e uno dei punti di partenza su cui far ripartire il Paese.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Tassazione sulle rendite finanziarie, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segui Maurizio Costa su
facebook linkedin twitter-icon google-plus-icon youtube-icon

News

Il Gruppo Montepaschi
Widiba è la nuova Banca On Line nata dall'ascolto delle Tue esigenze. Scopri Ora perchè puoi vivere un'esperienza diversa!

VAI >>>

Contatti
Maurizio Costa
Ufficio dei Promotori Finanziari
Via A. Scarlatti, 201 - 2° piano
80127 – Napoli
Tel.: 081 5586105
Cell.: 335 6778360
E-mail: maurizio.costa@pfwidiba.it

SCRIVIMI >>>