La bussola finanziaria

BCE preservare l'indipendenza della nostra bancaA proposito delle prossime mosse di Francoforte, Draghi, ha affermato che la Bce “resterà profondamente legata al suo paradigma di politica monetaria, ha inoltre affermato l’importanza di un  “solido ancoraggio istituzionale” il quale ha consentito all’Eurotower di guadagnare “fiducia e rispetto”.

La Bce si aspetta una “ripresa molto graduale” dell’economia dell’Eurozona “nell’ultima parte dell’anno”. E’ quanto ha affermato, Mario Draghi, durante una conferenza a Shanghai. “La situazione economica nell’area euro resta difficile ma c’e’ qualche segnale di una possibile stabilizzazione”, ha sottolineato Draghi, “il nostro scenario di base continua a essere una ripresa molto graduale che inizi nell’ultima parte dell’anno in corso”.

Il presidente dell’Eurotower , interpellato sull’argomento ha poi ammesso che la Bce ha “canali più stretti” per attuare una politica monetaria di alleggerimento quantitativo rispetto alla Federal Reserve americana. Quanto agli organi politici europei, il presidente della Bce si e’ detto sicuro che siano “pronti a perseguire il duplice obiettivo di riformare le singole economie nazionali e completare l’architettura istituzionale a livello europeo”, laddove l’unione monetaria “oggi e più resistente e stabile di prima”. Quanto alle ‘Outright Monetary Transactions’, ovvero gli acquisti di titoli di Stato di paesi dell’area previsti in caso di difficoltà (il cosiddetto ‘piano anti-spread’), Draghi ha spiegato che il programma “ha lo scopo di mantenere i rendimenti sotto i livelli di panico, non di aiutare i governi a essere solvibili”, in quanto non si interviene su “quella componente dello spread che e’ giustificata dai fondamentali”.

Infine il governatore si è espresso anche sulla questione bancaria, annunciando novità imminenti. In particolare il meccanismo di supervisione unica delle banche dell’Eurozona, che verrà gestito dalla Bce, partirà a giugno, ma non prima di un lavoro di revisione dei bilanci degli istituti, che avverrà “con l’opportuno coinvolgimento del settore privato”. “La posizione di capitale delle banche e’ evidentemente qualcosa che sta al di fuori dell’area di competenza della Bce”, ha concluso  Draghi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segui Maurizio Costa su
facebook linkedin twitter-icon google-plus-icon youtube-icon

News

Il Gruppo Montepaschi
Widiba è la nuova Banca On Line nata dall'ascolto delle Tue esigenze. Scopri Ora perchè puoi vivere un'esperienza diversa!

VAI >>>

Contatti
Maurizio Costa
Ufficio dei Promotori Finanziari
Via A. Scarlatti, 201 - 2° piano
80127 – Napoli
Tel.: 081 5586105
Cell.: 335 6778360
E-mail: maurizio.costa@pfwidiba.it

SCRIVIMI >>>